Questione giustizia, questione civile

È la giustizia il fronte più delicato del nostro Paese? A giudicare dai nove milioni di processi penali pendenti e dalla sostanziale impossibilità ad ottenere nei processi civili il riconoscimento dei propri diritti appare proprio così. Per trovare conferma a questa interpretazione, basti pensare alle ripercussioni sulla vita reale delle persone a causa di queste gravi anomalie. Si è venuta a delineare una situazione, con effetti anche nelle relazioni internazionali oltre che nella rappresentanza democratica, che rende non rinviabile un intervento sulla “questione giustizia” divenuta una vera e propria “questione civile”. (dall’Editoriale di Giuseppe Rippa)
 





Copyright 2011 Quaderni Radicali - Iscr. e reg. Tribunale di Napoli n. 5208 del 13/4/2001     -     Info - Webmaster - Privacy